Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Protesta ai cancelli della ST, timore per i mancati investimenti che minano il futuro dell'azienda

Aumenta sempre più la preoccupazione per il declino di StMicroelectronics che, in dieci anni, è passata dall'essere la terza azienda del settore a livello globale, all'undicesima

Aumenta sempre più la preoccupazione per il declino di St Microelectronics, che in dieci anni è passata dall'essere la terza azienda del settore a livello globale, all'undicesima. E' solo uno dei dati forniti dai sindacati Fim, Fiom e Uilm che, assieme ai vertici aziendali, sono stati ascoltati in audizione il 21 ottobre dalla Commissione lavoro del Senato.

Fim, Fiom e Uilm hanno manifestato le proprie preoccupazioni per un'azienda di un settore strategico dell'economia nazionale, quello della microelettronica, che negli ultimi anni ha diminuito drasticamente gli investimenti in ricerca e sviluppo. Oggi presso la sede di Catania i lavoratori hanno tenuto un sit in di protesta davanti ai cancelli dell'azienda contro i mancati investimenti nel settore che preoccupano i sindacati e lasciano presagire un futuro meno roseo per l'intero comparto.

.

"E’ inaccettabile che durante l’audizione di una delle nostra eccellenze aziendali che si contraddistinguono nell’innovazione e nella ricerca nel campo della microelettronica, manchino all’appello i commissari della maggioranza (PD e NCD)", ha dichiarato polemicamente la senatrice del M5s Nunzia Catalfo.

"Malgrado i vertici dell’azienda abbiamo confermato di non prevedere esuberi, continueremo a monitorare l’evoluzione futura di una delle eccellenze italiane più innovative, al fine di garantire la salvaguardia occupazionale e di vigilare sulla reale volontà di investire in sviluppo e ricerca sul nuovo 'modulo9' presente nel sito catanese che consentirebbe il dimensionamento del 'Ct6' e il successivo passaggio dei lavoratori ad una nuova e innovativa area produttiva aziendale", conclude la senatrice pentastellata.

Alla manifestazione di oggi erano presenti i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Catania, Giacomo Rota, Rosaria Rotolo, Fortunato Parisi e Carmelo Mazzeo, insieme ai segretari di categoria Fim, Fiom, Uilm e Uglm, Stefano Materia, Pietro Nicastro, Matteo Spampinato e Angelo Mazzeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta ai cancelli della ST, timore per i mancati investimenti che minano il futuro dell'azienda

CataniaToday è in caricamento