rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca San Leone / Corso Indipendenza

Topi, infiltrazioni e scarsa igiene: la protesta degli studenti del Gemmellaro

Secondo giorno di protesta degli studenti dell'Istituto "Carlo Gemmellaro" di corso Indipedenza che lamentano l'inagibilità di una parte del plesso e carenze igienico-sanitarie. La dirigente scolastica: "Ho adempiuto a tutto per risolvere queste problematiche. Gli interventi sono stati fatti, ci vuole un po' di tempo"

Secondo giorno di protesta degli studenti dell'Istituto "Carlo Gemmellaro" di Catania che lamentano l'inagibilità di una parte del plesso di corso Indipendenza e carenze igienico-sanitarie. Topi morti nei bagni e nel cortile, processionaria, servizi igienici guasti. E ancora la presenza di cani randagi, infiltrazioni d’acqua, pulizia carente. Sono i problemi denunciati da Erika Andolfo, rappresentante degli studenti in seno al consiglio di Istituto e da Gabriele Pagana rappresentante della consulta provinciale. Come si evince dalle foto e dai video inviati alla nostra redazione, la situazione è critica e gli studenti rivendicano il loro diritto allo studio nella sua totalità. 

Istituto Gemmellaro, topi e problemi igienico sanitari

La dirigente scolastica del Gemmellaro Concetta Valeria Aranzulla, raggiunta telefonicamente, ha però dei chiarimenti da fare. "Il plesso di corso Indipendenza è una struttura enorme, con una grande area verde. Sono qui da quattro anni come dirigente scolastico e gli interventi da parte della Provincia ci sono sempre stati. Nonostante la carenza dei fondi, si è cercato sempre di risolvere le varie problematiche - spiega Aranzulla - In merito alla presenza di topi, preciso che la Pubbliservizi ha effettuato una scerbatura nel parco intorno al plesso come viene eseguita ogni anno. Questa volta però sono state trovate tante tane di topi e, pertanto, è stata eseguita subito una derattizzazione. Ma come hanno spiegato gli stessi tecnici, anche ai ragazzi, con la derattizzazione i topi si difendono scappando. Da qui il ritrovamento nei bagni e nel cortile. Ci vuole un po' di tempo per risolvere il problema ma non posso essere io a chiudere la scuola. Deve essere il Sindaco".

Per quanto riguarda, invece, la questione delle infiltrazioni, la dirigente precisa di "aver fatto richiesta tempo fa alla Provincia di inibire l'utilizzo del padiglione D2 ed è stato delimitato. Per evitare che i ragazzi andassero lo stesso, ho anche fatto installare, a spese della scuola, dei cancelli in ferro di cui possiedo solo io la chiave. In merito alla pulizia, poi, ho chiesto ai bidelli di sanificare al meglio aule e bagni vista anche la derattizzazione eseguita". "Ai ragazzi dico però che è giusto reclamare i loro diritti, ma in questo caso preciso ho messo a conoscenza loro di tutto l'operato fatto per risolvere le problematiche denunciate. In quattro anni, non ci sono state mai proteste e anzi ho sempre elogiato il comportamento dei miei studenti. Ma in questa situazione devono capire che abbiamo fatto delle richieste per risolvere, diamo il tempo alla Provincia di intervenire. Se non lo farà, sarò la prima a insistere".

Istituto "Carlo Gemmellaro", chiarimento tra Dirigente e studenti: si rientra in classe

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topi, infiltrazioni e scarsa igiene: la protesta degli studenti del Gemmellaro

CataniaToday è in caricamento