Venti dipendenti della Protezione Civile aiuteranno chi non può muoversi

L’opera di volontariato sarà svolta al di fuori dell’orario di lavoro e dei compiti d' istituto

Una ventina di dipendenti del servizio di Protezione Civile del Comune di Catania hanno messo, volontariamente ed a titolo gratuito, la propria prestazione professionale a disposizione delle iniziative del Comune in relazione all’emergenza Covid 19. In una lettera, i dipendenti della Protezione Civile hanno specificato che l’opera di volontariato sarà svolta al di fuori dell’orario di lavoro e dei compiti d' istituto. Si tratterà, in particolare, di attività di call center, recapito farmaci e pasti a chi non può muoversi da casa, insieme  a quant’altro dovesse servire per fronteggiare l’emergenza.

"Un’iniziativa – scrivono i dipendenti- che nasce dalla consapevolezza che “ le risorse umane ed economiche da impiegare nella nostra città sono esigue”. Un importante gesto di solidarietà, da parte tra l’altro di operatori specializzati nella gestione delle emergenze, in un momento particolarmente delicato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento