Protocollo d'intesa tra Tribunale di Catania e città Metropolitana

A sancire la volontà delle due Istituzioni un protocollo d’intesa siglato dal procuratore della Repubblica Michelangelo Patanè e dal commissario straordinario della Città Metropolitana, Paola Gargano, con la partecipazione del procuratore aggiunto di Catania, Marisa Scavo

Prosegue il rapporto di collaborazione avviato già da un anno tra la Città Metropolitana di Catania e la Procura distrettuale della Repubblica del Tribunale di Catania, finalizzato all’utilizzo di personale dell’ex Provincia negli uffici giudiziari. A breve scadenza, infatti, una decina di dipendenti saranno assegnati in posizione di comando, per un anno, alla Procura distrettuale del Tribunale di Catania.

A sancire la volontà delle due Istituzioni un protocollo d’intesa siglato dal procuratore della Repubblica Michelangelo Patanè e dal commissario straordinario della Città Metropolitana, Paola Gargano, con la partecipazione del procuratore aggiunto di Catania, Marisa Scavo, del dirigente, dott. Michele Russo, del dirigente delle risorse umane della Città metropolitana di Catania, Diane Litrico.

L’accordo permetterà alla Procura di supportare le segreterie, sottodimensionate per carenza di funzionari e operatori giudiziari. Ai dipendenti della Città metropolitana, che aderiranno al progetto tramite l’accettazione dell’atto d’interpello, saranno dedicati 3 giorni di formazione su attività di Polizia Giudiziaria in relazione al Codice di Procedura Penale, reati contro la Pubblica amministrazione e in materia di ambiente, a cura dei magistrati della Procura della Repubblica di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento