Addio alla Provincia di Catania, ultima adunanza e valigie pronte

E' l'ultimo giorno per presidenti, assessori e consiglieri provinciali. Da domani gli enti entreranno in una fase di transizione che dovrebbe approdare alla nascita dei "liberi Consorzi" tra comuni

Alle ore 19.00, nella sede di Palazzo Minoriti, il presidente del Consiglio provinciale, Giovanni Leonardi, ha convocato il Consiglio provinciale. E sarà l’ultima adunanza consiliare per la provincia di Catania.

Oggi, infatti, è l'ultimo giorno per presidenti, assessori e consiglieri provinciali. Da domani gli enti entreranno in una fase di transizione che dovrebbe approdare, non appena l'Assemblea siciliana approverà il disegno di legge ancora in fase di definizione da parte del governo Crocetta, alla nascita dei ''liberi Consorzi'' tra comuni, in base a quanto stabilisce lo statuto speciale della Regione.

Addio, quindi, alle vecchie Province in Sicilia. Non ci saranno più elezioni e saranno gli amministratori dei Comuni a fare parte dei Consorzi, il cui numero e le cui funzioni sono ancora da definire.

Nell'ultima adunanza di questa sera, tra gli argomenti all’ordine del giorno, l’approvazione del Rendiconto 2012; Pubbliservzi S.p.A. Attivazione procedure di evidenza pubblica per l’alienazione. Proposta al Consiglio Provinciale; e la Relazione di fine mandato dell’attività consiliare, a cura del presidente Leonardi. Alla seduta sarà presente il commissario straordinario della Provincia, Antonella Liotta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento