Università, ecco i nomi dei nuovi diplomati in psicologia forense

Roberto Catanesi, professore ordinario di Psicopatologia Forense dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, ha tenuto una lettura magistrale

Si è svolta giovedì scorso, nell’aula magna del Palazzo centrale, la cerimonia di consegna dei diplomi agli iscritti al “Master di II Livello in Psichiatria e Psicologia Forense” per l'anno accademico 2017 – 2018. Per l'occasione Roberto Catanesi, professore ordinario di Psicopatologia Forense dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, ha tenuto la lettura magistrale dal titolo: “Psichiatria forense della terza età”.

A seguire, la consegna dei diplomi ai dottori: Alessia Affronto, Grazia Maria Altavilla, Giulia Bonaccorso, Claudia Maria Bonfiglio, Guerino Carmelo Carnevale, Simona Cristaldi, Danila Maria Di Paola, Angela Giannetto, Serena Iosia, Giuseppe Leonardi, Daniela Malannino, Massimiliano Occhipinti, Ezio Pagano, Anna Pappalardo, Sabrina Reale, Mario Scordo, Daniela Sidoti, Anna Spina, Rosaria Stimoli, Giuseppe Zisa.

“Si tratta di un master estremamente professionalizzante – ha osservato il rettore Basile -, che è giunto alla settima edizione, a conferma dell’ottimo lavoro svolto dai docenti del comitato scientifico e grazie alla proficua collaborazione con il Tribunale di Catania, che permette di calibrare ogni anno l’attività didattica sulle esigenze del territorio e degli enti locali.Gli allievi – ha sottolineato Aguglia - hanno partecipato con grande interesse e motivazione al percorso formativo acquisendo adeguate competenze che consentono loro di poter rispondere in maniera aggiornata e professionale alle richieste di collaborazione del Giudice, sia in ambito civile che penale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento