menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricercatrice catanese vince 210 mila euro per una ricerca sulla psoriasi

Anna Elisa Verzì, ricercatrice dell'Università di Catania, è la vincitrice di una borsa di studio di 210 mila euro per 3 anni

Verificare l'effettiva remissione della psoriasi, anche in assenza delle caratteristiche placche. Questo l'obiettivo di uno studio che sarà condotto da Anna Elisa Verzì, ricercatrice dell'Università di Catania, vincitrice di una borsa di studio di 210 mila euro per 3 anni, per il progetto "La Ricerca in Italia. Un'Idea per il Futuro", promosso dalla Fondazione Lilly, da nove anni impegnata a sostenere la ricerca in Italia.

"Le placche eritematose e desquamanti rappresentano la manifestazione più tipica della psoriasi. Non sempre però- spiega la Verzì-la scomparsa delle placche è sinonimo di remissione della patologia. "Possono infatti permanere delle modificazioni del microcircolo cutaneo, evidenziate mediante videodermatoscopia" ma non visibili ad occhio nudo. Lo studio quindi, valuterà su 90 pazienti in trattamento farmacologico la capacità di tale tecnica diagnostica di neuroimaging di evidenziare queste alterazioni del microcircolo, così da fornire ai medici uno strumento per valutare l'eventuale prosecuzione della terapia ed evitare possibili recidive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento