Pubbliservizi, il presidente Messina: "Le irregolarità non sono nostre"

Il presidente della partecipata Adolfo Messina dopo le polemiche dei giorni scorsi e la bocciatura del bilancio 2015 fa alcune precisazioni sulla propria gestione e minaccia

Dopo la bocciatura del bilancio 2015 e il botta e risposta tra il sindaco Enzo Bianco e il presidente della Pubbliservizi, quest'ultimo fa alcune precisazioni sullo stato della partecipata; "le irregolarità e gravi violazioni sono riferibile solo ed esclusivamente alle passate gestioni, cui l'attuale sta cercando di ovviare. Inoltre, questa dirigenza sta valutando azioni legali a tutela della sua immagine per le gravi e non veritiere notizie divulgate in queste ore".

Il Sindaco poche ore dopo il rigetto del bilancio 2015 della Pubbliservizi aveva commentato dicendo che si era trattato di "un atto obbligato dovuto alle numerose irregolarità e che i lavoratori non sarebbe stati lasciati in difficoltà perchè l'azienda rappresenta un valore per la città metropolitana".

Di contro Messina sull'accaduto aveva affermato che "la mancata approvazione del bilancio era dipesa dall'assenza del socio città metropolitana che si era allontanato facendo mancare il numero legale, bloccando così il funzionamento dell'assemblea dei soci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento