Cronaca

Pubbliservizi, proclamato lo sciopero ad oltranza dei lavoratori

I sindacati hanno comunicato la loro decisione scrivendo una lettera alla direzione della società, al Dipartimento Affari Amministrativi della Città Metropolitana e al sindaco Bianco

Da oggi, martedì 28 novembre, i lavoratori della Pubbliservizi spa, la partecipata della Città metropolitana, sono in sciopero a oltranza. Lo hanno proclamato le segreterie provinciali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrasporti, Ugl Terziario, e le sigle autonome Cse Fulscam, Cisal Terziario, Or.S.A., Snalv Confsal, Asal, Fast Confsal, Confsal Fesica, Fenal, Confliaa Cs.

Le organizzazioni sindacali hanno comunicato la loro decisione scrivendo una lettera alla direzione della società, al Dipartimento Affari Amministrativi della Città Metropolitana e al sindaco della Città Metropolitana Bianco. Durante tutto il periodo un presidio sarà presente presso i locali della Città Metropolitana di Catania, in via Nuovaluce a Tremestieri Etneo.

"Considerato che a tutt'oggi nonostante i numerosi incontri in vari tavoli istituzionali, i dipendenti della Pubbliservizi S.p.a, non hanno visto nulla che faccia presagire la volontà di un’azione di rilancio e risanamento dell’azienda finalizzata alla salvaguardia di tutti i livelli occupazionali - motivano le segreterie sindacali - hanno deciso di di scioperare a oltranza a partire da oggi con presidio presso la sede della Città Metropolitana di Catania".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubbliservizi, proclamato lo sciopero ad oltranza dei lavoratori

CataniaToday è in caricamento