rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Pubbliservizi: "Grave l'assenza della città metropolitana in prefettura"

Ad affermarlo sono i sindacati catanesi che puntano il dito contro l' atteggiamento dell'ente soprattutto in vista della scadenza del contratto con Pubbliservizi il prossimo 31 marzo

"I sindacati catanesi condannano duramente l'assenza della Città metropolitana alla riunione di oggi in Prefettura. Non presentarsi al confronto con i rappresentanti dei lavoratori sul caso Pubbliservizi, significa ignorare volutamente quanto di grave sta accadendo".

La pensano così i segretari di Cgil, Cisl, UIL e Ugl Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Fortunato Parisi, Giovanni Musumeci, di Filcams, Fisascat e UIL trasporti, Sergio Aliprandi (per il commissario) Rita Ponzo e Salvo Bonaventura, nonché Ugl igiene ambientale Santo Gangemi, di CISAL Romualdo Moschella, CISAL terziario, Paolo Magrì e Cse Fulscam Francesco Scarfalloto. La lunga lista di sindacati punta il dito contro il "grave atteggiamento" dell'ente, soprattutto in vista della scadenza del contratto con Pubbliservizi il prossimo 31 marzo, e a questo proposito chiede una proroga di almeno due mesi. I rappresentanti dei 363 lavoratori, inoltre, condannano il ritardo per la nomina dell'amministratore unico dopo le dimissioni del docente Muscarà.

"La nostra sensazione è che nessuna soluzione sia stata ancora programmata. Eppure è bene che l'opinione pubblica sappia che ci troviamo di fronte a lavoratori costretti a rimanere inattivi e a non avere credito presso i fornitori. Ciò si traduce in indisponibilità di materia prima necessaria per gli interventi, e in impossibilità di portare a termine i lavori dietro fattura. Tra una settimana ci sarà un nuovo incontro. Ci aspettiamo che per quella data sia stato nominato l'amministratore unico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubbliservizi: "Grave l'assenza della città metropolitana in prefettura"

CataniaToday è in caricamento