Rischio allagamenti, Comune noleggia una macchina per pulire i tombini

Si procederà da monte verso valle e seguendo le principali direttrici del flusso dell'acqua piovana. L'attività si svolgerà di notte per evitare problemi al traffico

Foto archivio

Un nuovo prezioso alleato degli operai del servizio manutenzioni entrerà a breve in servizio per scongiurare il rischio allagamenti. Si chiama Canaljet e dà la possibilità di rompere con un potente getto d'acqua le incrostazioni che si formano in tombini e caditoie, aspirando poi i detriti. La macchina, noleggiata dalla Multiservizi per conto del Comune di Catania, entrerà in funzione il 25 settembre per risolvere tutti quei casi in cui non è possibile pulire manualmente le caditoie.

"Con un'attività coordinata - ha spiegato l'assessore alle Manutenzioni Salvo Di Salvo - tra Direzione Manutenzioni e Multiservizi, per prevenire occlusioni in caso di forti piogge, saranno ripuliti con questo speciale macchinario circa 800 tombini delle vie cittadine. Agli altri tremila provvederanno manualmente gli operai delle Manutenzioni. Si procederà da monte verso valle e seguendo le principali direttrici del flusso dell'acqua piovana. L'attività si svolgerà di notte per evitare problemi al traffico".

La pulizia delle caditoie invece procede costantemente, perché viene effettuata in maniera ordinaria da parte delle squadre al lavoro. Oltre ai lavori programmati, la Direzione Manutenzioni agisce anche su segnalazione delle municipalità o dei singoli cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento