Wind jet, Pulvirenti risponde alle domande del Gip per sostenere la sua innocenza

La difesa di Pulvirenti chiederà al Gip l'annullamento degli arresti domiciliari. L'amministratore delegato di Wind Jet, Stefano Rantuccio, sarà interrogato il prossimo mercoledì

Ha risposto alle domande del Gip Giuliana Sammartino per sostenere la propria innocenza il patron del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti, agli arresti domiciliari per bancarotta fraudolenta nell''inchiesta sui bilanci della Wind Jet, compagnia aerea di cui è il presidente. Lo ha riferito uno dei suoi legali, il professore Giovanni Grasso.

Wind Jet, parabola discendente: dallo "stop ai voli" all'arresto di Pulvirenti

"Pulvirenti ha sostenuto Wind Jet - ha spiegato il penalista - con un capitale sociale, con il finanziamento dei soci e con un'altra serie di iniziative. E all'interno di questa società non ci sono state operazioni distrattive. Non c'è stato alcun artificio contabile, ma un apporto economico reale. E' stato un imprenditore che ha fatto scelte aziendali sbagliate - ha osservato il prof. Grasso - che ha pagato sul piano economico. Tutte le operazioni sono infatti assolutamente pulite".

VIDEO i dettagli forniti dalla guardia di finanza

TUTTI I NOMI DEGLI INDAGATI

La difesa di Pulvirenti chiederà al Gip l'annullamento degli arresti domiciliari. L'amministratore delegato di Wind Jet, Stefano Rantuccio, sarà interrogato il prossimo mercoledì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento