menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pusher rapina la fidanzata di uno dei suoi clienti abituali

Il 27enne catanese Giuseppe Giuffrida è ritenuto colpevole dei reati di rapina aggravata, lesioni personali e spaccio di sostanze stupefacenti

I carabinieri della stazione di Catania Piazza Dante hanno arrestato il 27enne catanese Giuseppe Giuffrida, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania in ordine ai reati di rapina aggravata, lesioni personali e spaccio di sostanze stupefacenti.

Intorno alle 02:00 del 23 dicembre scorso in Via Recupero l’uomo, armato di pistola e con il volto parzialmente coperto da una sciarpa, sotto la minaccia dell’arma ha costretto una 21enne a consegnargli la borsa contenente 210 euro in contanti. In difesa della ragazza giunse il fidanzato 23enne che era uno dei clienti più affezionati del rapinatore-pusher dal quale ogni settimana si procurava il “fumo” per l’uso personale.

Ma neanche questa assidua “frequentazione” fermò il malvivente che anzi, per evitare la reazione del giovane, lo colpì alla testa con il calcio della pistola causandogli delle lesioni guaribili in sette giorni, come certificato dai medici del 118 intervenuti successivamente per medicarlo. Grazie alle indagini svolte dai militari di Piazza Dante, che hanno dato un volto all’autore della rapina, l’Autorità Giudiziaria ne ha potuto ordinare l’arresto e la reclusione nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento