rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Villaggio Sant'Agata, pusher si barricano in casa per evitare di essere scoperti

Si tratta di due uomini, di 19 e 30 anni e già noti alle forze dell'ordine. Dovranno rispondere dei reati di resistenza a pubblico ufficiale, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Si erano barricati in un manufatto del Villaggio Sant'Agata per evitare di essere perquisiti dalla poliziae dopo una lunga resistenza sono stati identificati e denunciati. A scoprirli gli agenti del commissariato di Librino: protagonisti della vicenda sono due uomini di 19 e 30 anni, già noti alle forze dell'ordine e indagati per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I pusher per oltre un'ora si sono barricati nella struttura all'interno della quale sono stati trovati residui di crack ceduto ad un cliente a cui è stata ritirata la patente di guida e
sequestrata la moto in quanto priva di assicurazione. Un terzo soggetto, proprietario de manufatto realizzato abusivamente, è stato indagato per i reati di invasione di terreni pubblici e abuso edilizio.

Un quarto individuo di anni 18 è stato indagato in stato di libertà per il reato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, ciò in quanto si è opposto al controllo di polizia al fine di
dare sostegno ai due pusher. Sul posto è stato necessario anche l'intervento dei vigili del fuoco al fine di aprire porte in ferro e levare barriere architettoniche in grado di ostacolare le attività della polizia.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villaggio Sant'Agata, pusher si barricano in casa per evitare di essere scoperti

CataniaToday è in caricamento