Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Truffe su internet, spaccio e furti: raffica di provvedimenti contro diversi pregiudicati

Sono in totale 18 le misure di prevenzione emesse ad agosto dalla questura nei confronti di soggetti ritenuti socialmente pericolosi. Sono stati 11 gli avvisi orali e diversi Daspo

Raffica di provvedimenti della polizia per contrastare diversi tipi di reati. Nel solo mese di agosto sono state 18 le misure di prevenzione emesse ad agosto dalla questura nei confronti di soggetti ritenuti socialmente pericolosi. Nello specifico le misure, istruite dalla divisione Anticrimine, contano 11 avvisi orali con l’avvertimento ai destinatari di modificare la condotta, pena l’applicazione di ulteriori e più stringenti misure, nei confronti di altrettante persone con precedenti.

In particolare i provvedimenti hanno riguardato tra gli altri: un 35enne e una 22enne denunciati per truffa su internet; un 35enne arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; un 24enne denunciato per furto aggravato di autovettura; un 45enne arrestato per furto aggravato in flagranza di reato ai danni di un esercizio commerciale; un 26enne arrestato per spaccio e un 53enne arrestato per essere evaso dai domiciliari.

L'avviso orale è arrivato anche per un 49enne arrestato per spaccio, per un 39enne denunciato per truffa, per un 30enne denunciato per furto e per un 26enne in quanto denunciato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.Nei confronti di tre avvisati, poiché anche condannati con sentenza definitiva, le misure sono state emesse nella forma “aggravata” che prevede la segnalazione alla prefettura di Catania per la revoca della patente di guida. Inoltre, sono stati emessi 5 fogli di via, con divieto di ritorno per 3 anni nei comuni ove hanno manifestato la pericolosità sociale a un 47enne al quale è stato inibito il ritorno nel Comune di Biancavilla in quanto denunciato per furto aggravato ai
danni di un esercizio commerciale ubicato in quel territorio; a un 35enne che non potrà recarsi nel Comune di Adrano in quanto denunciato per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e vendita di prodotti industriali contraffatti.

Anche a un 45enne, così come a un 30enne, è stato inibito il ritorno nel Comune di Mineo in quanto denunciato per tentato furto di agrumi. Inoltre la questura ha emesso un provvedimento di Daspo nei confronti di un uomo di 32 anni di Adrano, poiché sorpreso ad appiccare un incendio ad un mezzo sulla strada, nei pressi di abitazioni, creando pericolo per la sicurezza pubblica. Infine un Daspo urbano è stato emesso per un parcheggiatore abusivo a Catania, benché più volte sanzionato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe su internet, spaccio e furti: raffica di provvedimenti contro diversi pregiudicati

CataniaToday è in caricamento