rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Quinta circoscrizione, arriva la richiesta di una Casa dell'acqua

La proposta è della vice presidente Maria Grazia Felicioli e del presidente Orazio Serrano per promuovere risparmio e rispetto dell'ambiente

Una moderna fontana pubblica alla quale attingere ogni volta che si vuole, ecco cos'è una Casa dell'acqua,un' iniziativa innovativa già sposata da alcuni comuni dell'hinterland catanese e proposta da poco all'amministrazione comunale dalla quinta municipalità.

La richiesta, approvata all'unanimità dalla circoscrizione in questione, è un'idea della vice presidente Maria Grazia Felicioli e del presidente Orazio Serrano. Un'iniziativa che consentirebbe agli abitanti dei quartieri San Leone, Monte Po, Rapisardi e Nesima, di recarsi in un piccolo "chioschetto" pubblico di circa 30 metri quadri e poter prelevare acqua minerale con un card comunale, scegliendo tra una versione naturale o un'altra gasata e spendendo dai 5 agli 8 centesimi a bottiglia.

" La nostra proposta - ci dice Maria Grazia Felicioli - è relativa alla nostra circoscrizione, ma ci piacerebbe che potesse estendersi a tutta la città. E' un suggerimento che lanciamo all'amministrazione comunale con l'auspicio che la nostra idea possa essere considerata, perché riteniamo sia un servizio in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Per le famiglie sarebbe un grande risparmio e riducendo moltissimo il consumo di plastica si ridurebbe di conseguenza anche l'impatto ambientale. In provincia di Catania il servizio funziona ed è efficace, tanti catanesi lo conoscono fià - conclude la vicepresidente della quinta municipalità - per questo sarebbe importante che anche in città fosse seriamente preso in considerazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quinta circoscrizione, arriva la richiesta di una Casa dell'acqua

CataniaToday è in caricamento