Strade quinta municipalità, rischio sicurezza in via Martiri delle Foibe

Ad attenzionare il rischio sicurezza nella via suddetta è il consigliere Agatino Giusti, il quale ha presentato una mozione votata dal consiglio e inviata agli uffici competenti. La segnalazione arriva dopo le continue denunce da parte dei residenti rilasciate alla questura di Catania

Continua il viaggio tra le strade della quinta municipalità. Dopo la segnalazione di pericolo fatta qualche mese addietro, riguardante la via Lineri, questa volta è il turno di via Martiri delle Foibe, arteria compresa tra Misterbianco e Catania.

Ad attenzionare il rischio sicurezza nella via suddetta è il consigliere Agatino Giusti, il quale ha presentato una mozione votata dal consiglio circoscrizionale e inviata agli uffici competenti. La segnalazione arriva dopo le continue denunce da parte dei residenti della zona rilasciate alla questura di Catania. Problema principale? L'assenza di pali della pubblica illuminazione. "La strada è fortemente dissestata - precisa Giusti - e al calar della sera rimane totalmente al buio".

Una situazione complicata non solo per gli automobilisti, ma anche per i residenti a pochi passi dalla via Martiri delle Foibe. "La via costeggia un condominio abitato da alcune famiglie - continua Giusti - e la notte a causa mancanza di luce artificiale, si registra la presenza di ignoti che espletano atti sessuali perchè agevolati dal buio".

foto 2 (4)-3

Alla richiesta di installazione dei pali della luce, si aggiunge l'urgenza di un intervento di manutenzione stradale. La totale assenza di marciapiedi, la fuoriuscita di ferro dal manto stradale, in parte dissestato, come testimoniano le immagini, alimentano ulteriormente il pericolo per chi si trova a transitare lungo la via.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento