Raccolta differenziata di carta e cartone, i risultati del rapporto Comieco

Catania, con 26 chili per abitante, registra il maggior quantitativo di carta e cartone intercettate pari a 28.351 tonnellate

La Sicilia si attesta tra le regioni del Sud Italia a traino della crescita della raccolta differenziata di carta e cartone italiana e continua il suo personale trend di sviluppo registrando un segno positivo a doppia cifra, +15,3 per cento. Sono oltre 95.500 le tonnellate raccolte dalla regione nel 2016 secondo lo scenario tracciato dal XXII Rapporto Annuale di Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica); il pro capite di raccolta regionale si attesta sui quasi 20 kg/ab. E’ la regione a livello nazionale che ha i maggiori margini di crescita e che già nel 2017 potrebbe superare la soglia “simbolica” delle 100mila tonnellate raccolte.

I dati della raccolta di carta e cartone nella provincia etnea?

Ragusa, Caltanissetta e Trapani sono le province più virtuose, superando tutte i 27 kg/abitante annui raccolti nel 2016. Tutti in crescita rispetto all'anno precedente i risultati delle altre province. Catania, con 26 kg per abitante, registra il maggior quantitativo di carta e cartone intercettate pari a 28.351 tonnellate. Incrementi significativi anche nelle province di Agrigento, Palermo e Siracusa che, con un aumento pari a +16%, quasi +20 % e 21,8%, raggiungono rispettivamente 19,6 kg/abitante, 11,3 kg/abitante e 13,4 kg/abitante. Messina segna una media di 15,2kg raccolti da parte di ciascun abitante della provincia e circa 10mila tonnellate intercettate. Enna, infine, con 7 kg/abitante registra un incoraggiante aumento del 22,7%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Comieco rappresenta un soggetto essenziale per la garanzia di riciclo e lo sviluppo dei servizi di raccolta soprattutto nel meridione dove i Comuni faticano a 'fare rete' ed ottimizzare investimenti e know-how e dove il potenziale è ancora molto alto: si calcolano non meno di 600mila tonnellate di carta e cartone tuttora da intercettare. – afferma Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco – ‘In particolare in Sicilia, con 157 convenzioni attive, Comieco nel 2016 ha gestito circa il 85,5% della quantità totale di carta e cartone raccolte nella regione. L’ impegno dei cittadini e delle amministrazioni nel separare e raccogliere correttamente carta e cartone si è tradotto nel 2016 in oltre 4.8 milioni di euro di corrispettivi, da parte del Consorzio, destinati ai Comuni siciliani in convenzione. A questi si sono sommati gli oltre 1.7 milioni euro di finanziamenti speciali destinati, grazie al Bando Anci-Comieco, alle amministrazioni in deficit di raccolta per l’acquisto di attrezzature a sostegno della raccolta di carta e cartone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento