Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Raccolta differenziata, arrivano i cassonetti intelligenti con microchip

La spazzatura monitorata con un chip. E' il passo verso la tecnologia, condotto dal Comune. Al via anche una campagna informativa

La spazzatura catanese monitorata con un chip. E' il passo verso la tecnologia, condotto dal Comune di Catania.  I cassonetti, infatti, avranno un "trasponder" con un chip contrassegnato da un numero che permetterà ai compattatori - con un lettore Gps sul braccio di sollevamento - di riconoscere il contenitore durante lo svuotamento. Fantascienza? No, solo adeguamento alle disposizioni in materia di raccolta differenziata.

Il sistema, infatti, permette di effettuare un dettagliato monitoraggio dell'utilizzo di ogni cassonetto, in modo da consentire al Comune di fornire al server di Pantano d'Arci, i dati sullo svuotamento e il peso dei rifiuti smaltiti. Scopo di questa comunicazione, un eventuale premio per la raccolta differenziata correttamente eseguita. Ma l'arrivo dei "tecnocassonetti" non basta.


Dopo l'ordinanza del Sindaco, dei giorni scorsi, al via anche una campagna informativa sulla differenziazione dei rifiuti. Ecco come raccogliere e differenziare le diverse tipologie di rifiuti. Nei cassonetti marroni (coperchio marrone) si mettono i rifiuti alimentari, gli scarti di cucina, i residui delle potature, i fiori secchi e le piante. I rifiuti vanno immessi sempre chiusi in sacchetti, ad eccezione delle potature. Nei cassonetti gialli (coperchio giallo) si gettono i giornali e le vecchie riviste, la carta e il cartone, i vecchi libri e quaderni, le scatole e gli scatoloni ben piegati. Invece non vanno messi: plastica, carta oleata, copertine plastificate. Cassonetto bianco: per eliminare carta e cartone ( riviste, giornali, libri, quaderni, volantini, scatole). Cassonetto grigio: piatti, posate, bicchieri usa e getta, pannolini, assorbenti, cd, dvd.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, arrivano i cassonetti intelligenti con microchip

CataniaToday è in caricamento