Raccolta differenziata, si comincia a Catania: entro il 2016 via tutti i cassonetti

Nel corso del 2016, con il nuovo appalto, tutta la città sarà coinvolta nella differenziata porta a porta e spariranno tutti i cassonetti. Nella prima area, a partire da lunedì 30 novembre si dovranno utilizzare i kit consegnati le scorse settimane

Parte oggi il primo dei tre step per l'avvio del nuovo modello di raccolta differenziata a Catania. La prima fase coinvolgerà la zona compresa nel quadrilatero tra viale Odorico da Pordenone e viale Raffaello Sanzio e tra via Caronda e viale Vittorio Veneto. Sono 17.500 le utenze domestiche interessate - in tutti e tre gli step - dalla Raccolta Porta a Porta a Catania, 3.500 quelle non domestiche. 

La prima fase coinvolgerà la zona compresa nel quadrilatero tra viale Odorico da Pordenone e viale Raffaello Sanzio e tra via Caronda e viale Vittorio Veneto.

Nel corso del 2016, con il nuovo appalto, tutta la città sarà coinvolta nella differenziata porta a porta e spariranno tutti i cassonetti. Nella prima area, a partire da lunedì 30 novembre si dovranno utilizzare i kit consegnati le scorse settimane dai facilitatori, conferendo ciascun materiale nelle modalità indicate dalle 20.00 alle 22:30 secondo il seguente schema (valido per le utenze domestiche).

Di seguito le indicazioni per il conferimento dei rifiuti.

Lunedì: Indifferenziata

Martedì: Organico

Mercoledì: Carta, cartone e cartoncino

Giovedì: Organico

Venerdì: Plastica e metalli

Sabato: Organico

Domenica: Vetro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento