Raccolta differenziata, tolleranza zero per i trasgressori

Giro di vite dell'amministrazione: previste misure drastiche anche nei confronti dei cosiddetti "pendolari dei rifiuti"

Task force del Comune di Catania e della Dusty, per contrastare il "conferimento selvaggio" proveniente dall'hinterland catanese e raggiungere le percentuali fissate dalla legge. Da lunedì 1° giugno sarà avviata la "tolleranza zero" contro il conferimento errato dei rifiuti non opportunamente separati. Previste multe per i cittadini che non rispetteranno le norme sulla raccolta differenziata.

Catania riprende i suoi spazi dopo il lungo periodo di lockdown dell'epidemia Coronavirus. In pochi giorni dalla ripresa della "normalità", sono riemerse le pessime abitudini da parte dei cittadini: errato conferimento dei rifiuti, proliferazione di microdiscariche abusive, mancanza di decoro, e i contenitori stradali di prossimità bruciati ad opera di ignoti. Un'intollerabile violazione delle regole, che il Comune di Catania con il supporto della Dusty, contrasterà con sanzioni, avviando da lunedì 1° giugno, la tolleranza zero nei quartieri in cui è vigente il sistema di raccolta differenziata porta a porta e, a campione, nel resto della città dove invece, persiste il sistema di raccolta con i contenitori stradali di prossimità.

Come si attuerà la tolleranza zero

La tolleranza zero voluta dall'Amministrazione comunale, fortemente sostenuta dall'assessore al ramo Fabio Cantarella, si attuerà in due diverse modalità: 1. sensibilizzazione e controllo nei quartieri in cui vige il servizio di raccolta differenziata porta a porta (incluso il primo tratto della Circonvallazione -Viale Ulisse/Marco Polo, 43/45 - dove il servizio sarà avviato proprio l'1° giugno); 2. controllo, repressione e sanzioni dei comportamenti illeciti del conferimento abusivo di rifiuti ingombranti, o di sacchi provenienti dai Comuni viciniori alla cinta urbana di Catania.

Controllo nei quartieri "Porta a porta"

In ottemperanza a quanto richiesto dal Comune, Dusty ritirerà solo ed esclusivamente le frazioni previste dal calendario settimanale di raccolta, se esposte nelle modalità e negli orari previsti dall'Ordinanza sindacale (dalle 20,00 alle 22,30, con ritiro previsto dalle 21.00 alle 3.20). Tutti i sacchi non conformi saranno etichettati con un "Bollino rosso" e non saranno ritirati dagli operatori ecologici Dusty. Gli utenti sono invitati a riprendere quei sacchi etichettati per fare opportunamente la corretta separazione; in caso contrario, resteranno a giacere sul selciato per 2/3 giorni. Agenti in borghese, ispettori della sezione ambientale della Polizia Municipale e le guardie ambientali effettueranno dei controlli a campione dei mastelli e dei contenitori carrellati, per accertare il corretto conferimento delle frazioni.

Controllo e repressione "Raccolta contenitori stradali di prossimità

Gli utenti colti in flagranza che conferiscono nei contenitori stradali di prossimità in modo errato, che non rispettano l'orario (dalle ore 18,00 alle ore 23,00 ad eccezione del sabato e dei festivi), o provenienti dall'hinterland catanese, saranno puniti con multe e sequestro dell'automezzo, applicando il massimo delle sanzioni previste per danno ambientale e violazione dell'ordinanza emessa dal sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Coronavirus, in Sicilia 1.913 nuovi casi e 40 morti: a Catania +486 contagi

Torna su
CataniaToday è in caricamento