Riciclaggio: 4200 Kg di tappi raccolti dai volontari della Consulta giovanile acese

Organizzata dai giovani della Consulta Acese l'iniziativa dal titolo "Salva il Tappo... E aiuta chi ha bisogno" è arrivata alla conclusione della 3 raccolta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Organizzata dai giovani della Consulta Acese l'iniziativa dal titolo "Salva il Tappo... E aiuta chi ha bisogno" è arrivata alla conclusione della 3 raccolta e al conferimento dei tappi in plastica. Il progetto inizialmente rivolto ai ragazzi delle scuole di qualsiasi ordine e grado della Città, ha visto la partecipazione di tanti cittadini acesi e delle località limitrofe che hanno voluto contribuire all'iniziativa.

L'attività che è stata promossa e coordinata dalla Commissione ambiente della Consulta Giovanile guidata da Adriana Piro, ha lo scopo preciso di sensibilizzare e diffondere tra la comunità e le giovani generazioni, la cultura al riciclo e alla raccolta differenziata. Il ricavato di 600.00€ verrà devoluto ormai all’associazione umanitaria “Save the Children".

Grande soddisfazione per i vertici del sodalizio acese: “Siamo molto soddisfatti per la grande quantità raccolta” - afferma il Presidente Giovanni Vasta - “un ringraziamento particolare ai giovani delle scuole e a tutti i cittadini che ha dato il loro contributo. Questo progetto rappresenta per noi un momento importante della vita associativa della Consulta. L'ambiente va assolutamente salvaguardato e slogan a parte riteniamo questo tipo di iniziative per quanto esse rappresentino per i volontari della consulta uno sforzo importante, di grande valenza per il territorio. Un ringraziamento anche alla Città di Acireale con in testa il Sindaco Avv. Nino Garozzo, all'Assessorato Politiche Giovanili retto dalla Professoressa Nives Leonardi, all'Assessorato Ambiente retto da Gaetano Leonardi e agli impiegati del Centro di Aggregazione Giovanile “Il Faro”.

Torna su
CataniaToday è in caricamento