Raddoppio ferroviario fermo al capolinea: gara d'appalto congelata

E' ufficiale il congelamento della gara per i lavori di una tratta del raddoppio ferroviario Catania-Palermo

"Cristo si è fermato a Eboli e il raddoppio ferroviario della Catania - Palermo si fermerà a Raddusa. Il bluff di Rfi, operato con il complice silenzio del governo Crocetta, oggi è stato svelato”. Non usa mezzi termini il segretario generale della Filca Cisl Santino Barbera, per commentare la notizia del congelamento della gara per i lavori di una tratta del raddoppio ferroviario Ct- Pa.

“È ormai ufficiale - aggiunge Barbera - che l’ad di Rfi, Maurizio Gentile, ha proposto alla Regione siciliana di limitare i lavori, per la tratta Catenanuova - Enna - Fiumetorto, al riammodernamento a un solo binario. Il risultato sarà che da Catania a Catenuova si viaggerà sul doppio binario, mentre da lì in poi tutto resterà esattamente come adesso”. Il segretario generale degli edili della Cisl siciliana sottolinea l’incongruenza di queste scelte e i danni che ne deriveranno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’opera - afferma Barbera - è inserita come prioritaria dal decreto legge ‘Sblocca Italia’ del 12 settembre 2014 e, come tale, avrebbe dovuto seguire un iter veloce, con i cantieri aperti entro il 2015. Le previsioni non sono state rispettate, dato a che a oggi ancora non è partito alcun cantiere”. Sul tratto successivo, quello che va da Raddusa a Cefalù, come afferma Barbera, si ignora del tutto quali siano le intenzione di Rfi e del governo regionale, dato che non si conoscono né investimenti né date di avvio dei lavori. Il raddoppio ferroviario Catania - Palermo - conclude Barbera - rischia di essere l’ennesima incompiuta della Sicilia, che già detiene in Italia il triste primato di regione con il più alto numero di opere non completate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento