Raffaele Lombardo: il 9 maggio si torna in tribunale

La fiction giudiziaria che vede protagonisti Raffaele Lombardo, Governatore della Sicilia e suo fratello Angelo, deputato nazionale Mpa riprenderà il 9 maggio alle ore 15 al palazzo di Giustizia di Catania

L’udienza preliminare, in cui sarà discussa la richiesta di rinvio a giudizio del governatore Raffaele Lombardo e di suo fratello Angelo, è stata fissata per il prossimo 9 maggio alle ore 15 al palazzo di Giustizia di Catania, davanti al Gup Marina Rizza.

I fratelli Lombardo sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio, per questi reati è stata disposta l’imputazione coatta lo scorso 2 aprile da parte del gup Luigi Barone.

L’inchiesta è uno stralcio dell’operazione Iblis, scattata il 3 novembre del 2010 con decine di arresti tra esponenti di spicco della mafia di Catania, imprenditori e uomini politici. Secondo le indagini dei carabinieri del Ros, la mafia si presenta in una veste diversa rispetto agli stereotipi del passato: si insinua negli appalti e si fa imprenditrice.

Nelle 60 pagine di motivazione, il gip Barone ritiene che sia da escludere che per 10 anni Cosa nostra abbia investito su un partito, il Mpa, sul suo leader e su suo fratello, accettando, dopo ogni competizione, di ricevere nulla in cambio e continuando a stipulare ancora accordi nelle successive elezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento