Ragusa - Catania, i sindaci non ci stanno e consegnano la fascia a Musumeci

Clamorosa protesta dovuta allo stallo di un'opera che sembrava a un passo dalla realizzazione ma che è stata nuovamente bloccata

Una protesta clamorosa. I sindaci dei territori interessati dalla costruzione della superstrada Ragusa - Catania, che tocca la provincia iblea, aretusea ed etnea, consegneranno oggi le loro fasce tricolore al presidente della Regione Nello Musumeci con la richiesta di portarle a Roma durante la riunione del prossimo Cipe.

La storia accidentata di una strada essenziale per lo sviluppo del sud est siciliano è molto lunga. Negli ultimi mesi sembrava che si fosse arrivati a una conclusione ma il governo di parte pentastellata ha imposto uno stop e sta cercando di realizzare l'opera acquisendo il progetto dai privati.

Uno stop che potrebbe costare caro sia in termini di penali sia in termini di tempi. Il timore è che si dovranno aspettare altri 15 anni prima di vedere l'inizio dei cantieri. C'è chi come gli esponenti dem Davide Faraone e Nello Dipasquale ha percorso a piedi, in segno di protesta, la strada che separa il capoluogo ibleo da quello etneo. E' stato inoltre depositato un esposto in procura per avere chiarezza sui motivi della rinuncia al progetto di finanza.

Il progetto sin qui elaborato, e che il governo vorrebbe acquisire tramite l'Anas, tocca i comuni di Ragusa, Chiaramonte Gulfi, Licodia Eubea, Vizzini, Francofonte, Lentini e Carlentini e prevede l'ammodernamento a quattro corsie della superstrada. Il tracciato si sviluppa prevalentemente in sovrapposizione alle due statali e in minima parte su un nuovo sedime. Si prevede inoltre l’adeguamento degli svincoli esistenti e la realizzazione di nuovi per un totale di 10 svincoli oltre all’interconnessione terminale con l’autostrada Catania - Siracusa.

Un'arteria vitale per due motivi: per il vivace tessuto economico dell'area iblea (basti pensare al Mercato Ortofrutticolo di Vittoria, al turismo nei luoghi di Montalbano) e per la sicurezza. Sono centinaia le vittime della strada sulla Ragusa - Catania.

A far infuriare i sindaci, tra l'altro, il diniego su una richiesta di accesso agli atti sulle ultime procedure relative alla superstrada. Quanto ancora si dovrà aspettare per avere un collegamento adeguato? Il ministro Toninelli si è detto sempre contrario a pedaggi esosi e per questa ragione sta verificando la possibilità di realizzare l'opera con risorse interamente pubbliche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento