Dramma della gelosia a Randazzo, prima ustiona il marito e poi lo accoltella

La 50enne, agli arresti domiciliari, sarebbe stata gelosa dell'uomo, un operaio di 51 anni, accusandolo di avere una relazione extraconiugale. La vittima è ricoverata nell'ospedale Cannizzaro di Catania per ustioni sul 25 per cento del corpo

Dramma della gelosia a Randazzo. Questa volta protagonista una donna di 50 anni. Al culmine di una violenta lite, la donna avrebbe versato dell'acqua bollente sulla schiena del marito e poi lo avrebbe colpito con un coltello da cucina.

La 50enne sarebbe stata gelosa dell'uomo, un operaio di 51 anni, accusandolo di avere una relazione extraconiugale. La vittima è ricoverata nell'ospedale Cannizzaro di Catania per ustioni sul 25 per cento del corpo. La donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari da carabinieri per tentativo di omicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento