Randazzo: truffa un anziano con il metodo dello specchietto rotto

I Carabinieri della Compagnia di Randazzo hanno tratto in arresto per truffa un 20enne, pregiudicato di Melilli: il giovane ha persuaso un anziano di aver patito a causa della sua distrazione la rottura dello specchietto

I Carabinieri della Compagnia di Randazzo hanno tratto in arresto per truffa un 20enne, pregiudicato di Melilli (SR). Nei fatti, il ragazzo mentre transitava a velocità moderata per la via Gaetano Basile di Randazzo a bordo della sua Volkswagen, ha urtato con la mano lo specchietto di una Panda condotta da un 65enne di Randazzo che veniva in senso opposto.

Nella circostanza, il giovane, carpendo la buona fede dell’anziano autista, ha persuaso quest’ultimo di aver patito a causa della sua distrazione la rottura dello specchietto laterale.

Il malcapitato, dopo un’animata discussione, veniva quindi convinto a pagare la somma di 20 euro per evitare i noti problemi con l’assicurazione. Fortunatamente al passaggio di mano dei soldi, una Gazzella dei Carabinieri si è fermata accertando che il 65enne era stato vittima di una vera e propria truffa. Per il 20enne sono scattate le manette e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato trattenuto presso una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con Rito Direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento