Randazzo "zona rossa", positivo al covid non rispetta la quarantena: denunciato

I carabinieri impegnati a far osservare il lockdown, hanno sorpreso un 32enne del posto che andava in giro con un monopattino elettrico

A causa dell’impennata dei contagi che hanno raggiunto livelli preoccupanti, dallo scorso 19 ottobre il comune di Randazzo (CT) è zona rossa, così come sancito dall’ordinanza del Presidente della Regione Sicilia. A vigilare sul rispetto della quarantena i Carabinieri della Compagnia della cittadina i quali, oltre a sorvegliare i varchi d’acceso alla cittadina, vigilano in modo dinamico l’interno del paese. Proprio oggi pomeriggio, una delle pattuglie impegnate a far osservare il lockdown, ha sorpreso in via Sangrigoli un 32enne del posto che, munito di monopattino elettrico, aveva raggiunto un fondo agricolo, non di sua proprietà, all’interno del quale stava bruciando delle sterpaglie. Da ulteriori accertamenti i militari hanno scoperto che l’uomo era risultato positivo al covid-19 e pertanto posto in isolamento domiciliare obbligatorio. Per tali ragioni è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, delitti colposi contro la salute pubblica e violazione della norma sancita dall’art. 260 del T.U.L.S.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento