Cronaca

Rapina al negozio “Blu” di Tremestieri: impronta inchioda uno dei ladri

Il 29 dicembre scorso quattro individui, di cui uno armato di pistola, con il volto travisato da passamontagna fecero irruzione nel negozio di abbigliamento

Il 29 dicembre scorso quattro individui, di cui uno armato di pistola, con il volto travisato da passamontagna fecero irruzione nel negozio di abbigliamento “Blu” di Via Magna Grecia a Tremestieri Etneo dove, sotto la minaccia dell’arma, riuscirono a razziare denaro contante e capi di vestiario per un valore di circa 13.000 euro.

Le indagini svolte dai militari della locale Stazione hanno consentito di dare un volto ad uno dei criminali attraverso l’esaltazione ed il confronto in banca dati – accertamento tecnico eseguito dagli specialisti del Ris di Messina - di una impronta digitale lasciata dallo stesso sulla porta d’ingresso dell’esercizio commerciale.

Il quadro probatorio ha convinto il Gip, su proposta del magistrato titolare del fascicolo, ad emettere una ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 20enne catanese Giulio Magrì, eseguita ieri sera dai carabinieri di Tremestieri nel quartiere San Cristoforo a Catania. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina al negozio “Blu” di Tremestieri: impronta inchioda uno dei ladri

CataniaToday è in caricamento