Cambio di abiti dopo rapina, ma vengono ripresi dalle telecamere: due arresti

Avevano messo a segno la rapina nell’agosto di quest’anno presso un distributore di carburanti di piazza Purgatorio, a Paternó

I carabinieri di Paternò hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Catania nei confronti del 18enne Jonathan Emanuele Santonocito e del 22enne Vito Longhitano, entrambi di Paternó, ritenuti responsabili di rapina aggravata in concorso. Le attività d’indagine, effettuate analizzando i filmati di videosorveglianza, hanno fornito ai militari delle prove inequivocabili circa la responsabilità dei due in relazione alla rapina consumata nell’agosto di quest’anno presso un distributore di carburanti di piazza Purgatorio, a Paternó.

Le immagini dei rapinatori in fuga - Video

I due indossavano abiti invernali nonostante la calura estiva. Si sono avvicinati al gestore del distributore e, mentre uno lo immobilizzava anche mediante l’utilizzo di un oggetto contundente, l’altro gli sfilava 30 euro dalla tasca. Dopodiché si introducevano negli uffici dove, trovato il portafoglio con gli incassi della giornata, prelevavano la somma di 630 euro. La vittima, pur non riuscendo a identificare i soggetti, poiché travisati, indicava la direzione di fuga dei due. Sono stati immortalati dalle videocamere di sorveglianza durante la fuga e successivamente dopo aver indossato degli indumenti estivi, per evitare di farsi identificare. Santonocito si trova presso il carcere di Piazza Lanza mentre Longhitano è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento