rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Rapina con sequestro alla zona industriale di Misterbianco, nel mirino camion con materiale edile

I tre rapinatori, che viaggiavano a bordo di una vecchia Fiat Punto, hanno seguito il classico copione della rapina con sequestro di persona, ma gli è andata male. Uno dei due camionisti, infatti, è riuscito a divincolarsi e ad allontanarsi dal mezzo, mentre i banditi caricavano in macchina il collega scappando col mezzo pesante

Si è conclusa con l’arresto del pregiudicato catanese S.P. (cl. ‘59) la vicenda che nelle prime ore della mattinata ha visto coinvolti due autotrasportatori i quali, transitando per la Zona Industriale di Misterbianco, sono stati bloccati da un commando di tre uomini con l'intento di sottrargli il mezzo carico di materiale edile. I tre rapinatori, che viaggiavano a bordo di una vecchia Fiat Punto, hanno seguito il classico copione della rapina con sequestro di persona, ma gli è andata male. Uno dei due camionisti, infatti, è riuscito a divincolarsi e ad allontanarsi dal mezzo, mentre i banditi caricavano in macchina il collega scappando col mezzo pesante.

L’uomo sfuggito ai rapinatori è riuscito a telefonare al 113 e a raccontare l’accaduto. Grazie ai posti di blocco disposti dalle Volanti lungo le strade dalle quali avrebbe potuto transitare il mezzo trafugato, questo è stato intercettato alla rotonda presente nei pressi di un noto centro commerciale in zona Gelso Bianco. Il rapinatore alla guida del camion ha tentato di speronare la volante che gli sbarrava il passo, ma con un’abile manovra i poliziotti sono riusciti ad evitare l’impatto per poi bloccare il mezzo poco più avanti con l’ausilio di un altro equipaggio.

L’unico rapinatore presente sul camion è stato reso inoffensivo dai poliziotti che lo hanno arrestato e controllato: nei suoi confronti era in corso la misura alternativa della detenzione domiciliare dalla quale era evaso proprio per commettere la rapina. Sul mezzo, inoltre, è stato rinvenuto un dispositivo artigianale per disturbare le trasmissioni telefoniche cellulari, una sorta di jammer che avrebbe impedito la localizzazione satellitare del veicolo. Illeso anche l’autista del camion, liberato dai rapinatori nelle campagne vicino a Misterbianco poco prima dell’intervento delle volanti della polizia di Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina con sequestro alla zona industriale di Misterbianco, nel mirino camion con materiale edile

CataniaToday è in caricamento