Rapinò una gioielleria nel 2010: arrestato in una comunità terapeutica

Il malvivente è stato fermato dai carabinieri a Viagrande con l'accusa di avere rapinato un negozio di Taormina. L'uomo è stato trasferito nel carcere di Piazza Lanza

Un uomo di 35 anni, R.P., è stato arrestato dai carabinieri a Viagrande perché ritenuto l'autore di una rapina compiuta nel 2010 ai danni di una gioielleria di Taormina, in provincia di Messina.

L'uomo stava scontando gli arresti domiciliari in una comunità terapeutica e qui gli è stato notificato un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla Corte di appello di Catania. Il malvivente è stato trasferito nel carcere di Piazza Lanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Coronavirus, numerose segnalazioni di gente in giro: immunità di gregge o incoscienza?

  • Coronavirus, sospeso avvio della stagione balneare

  • Covid-19, morto vigile del fuoco: anche il padre vittima del virus

  • Incidente stradale a Biancavilla, moto contro un palo: morto 19enne

  • "Una speranza per Catania", iniziativa dei ragazzi dei mercatini rionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento