Via G. Leopardi, rapina con sparatoria alla gioielleria Anjel

Una volta concluso il furto, ad aspettarli fuori c'erano le pattuglie dei carabinieri che hanno sparato cercando di bloccare i malviventi. Ma i proiettili hanno raggiunto un'auto davanti la Casa del pesce

Ieri mattina, in pieno giorno, due malviventi hanno preso d'assalto la gioielleria Anjel di via Giacomo Leopardi. Nonostante i numerosi passanti presenti, i due rapinatori con il volto coperto hanno fatto irruzione dentro l'esercizio commerciale sequestrando la proprietaria.

Mentre uno dei malviventi le puntava una pistola - che si è scoperto essere una pistola giocattolo - l'altro si accaparrava il bottino.

Una volta concluso il furto, ad aspettarli fuori c'erano le pattuglie dei carabinieri avvisate da un passante che aveva notato l'irruzione dei due dentro la gioielleria.

I ladri hanno cercato di scappare. Sono volati anche proiettili. I carabinieri, infatti, hanno sparato cercando di bloccare i malviventi. Ma i proiettili hanno raggiunto un' auto parcheggiata davanti alla Casa del pesce. Uno dei ladri per poco si è barricato dentro il negozio di pesce per poi essere arrestato.

L'altro, invece, è riuscito a scappare ma a detta dei carabinieri ha le ore contate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento