Rapinano una gioielleria a Francoforte, arrestati tre catanesi

Prima hanno immobilizzato il titolare con del nastro adesivo alle braccia ed alla bocca, poi hanno rubato monili in oro, orologi ed oggetti preziosi, per circa 25 mila euro

Nel giugno 2016 avrebbero rapinato una gioielleria a Francofonte, nel siracusano, arraffando 25 mila euro. Gli agenti del commissariato di Lentini e della squadra mobile di Catania hanno arrestato i catanesi Federico Filippo Sciuto, 24 anni, Aurelio Barbagallo, 56 anni, Vito Battiato 39 anni eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Siracusa.

Secondo la polizia avrebbero fatto parte del commando di cinque persone che il 13 giugno 2016 fece irruzione all'interno della gioielleria in centro a Francofonte a volto coperto e con una pistola in pugno: prima avevano immobilizzato il titolare con del nastro adesivo alle braccia ed alla bocca, poi avevano rubato monili in oro, orologi ed oggetti preziosi, per circa 25 mila euro, oltre a trecento euro sottratti dalla tasca del titolare.

Erano fuggiti a bordo di un'autovettura dove c'era l'autista ad attenderli. Grazie ad alcune testimonianze ed alle immagini del sistema di videosorveglianza tre componenti del gruppo sono stati individuati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento