Rapinano un negozio a Misterbianco ferendo poliziotto alla testa: presi due banditi

Mettono a segno una rapina ferendo alla testa un poliziotto libero dal servizio. Poteva finire in tragedia il colpo messo a segno lo scorso 16 ottobre presso un negozio della zona industriale di Misterbianco

Mettono a segno una rapina ferendo alla testa un poliziotto libero dal servizio. Poteva finire in tragedia il colpo messo a segno lo scorso 16 ottobre presso un negozio della zona industriale di Misterbianco. Questi i fatti. Una mercedes con a bordo tre persone giungeva nel parcheggio di un esercizio commerciale. Mentre l’autista rimaneva al lato guida, gli altri due complici travisati uno con passamontagna e l’altro con una maschera di carnevale armato di pistola, irrompevano all’interno del negozio arraffando 500 euro. 

La scena non è sfuggita ad un dipendente della squadra mobile libero dal servizio e privo di arma in dotazione, appena uscito dal negozio in compagnia della moglie e dei figli minori. Alzando le mani in aria, si è posizionato davanti la porta d'ingresso, gettandosi contro il rapinatore armato di pistola per disarmalo.

Ne è nata una violenta colluttazione durante la quale l'agente è stato colpito alla testa, pur non rinunciando a lanciarsi all'inseguimento dell'auto aggrappandosi allo sportello. Avendo visto bene il volto del rapinatore armato, cui aveva tolto il passamontagna, e del complice che si trovava alla guida della Mercedes. Subito dopo sono state avviate le indagini dalla polizia scientifica ed all'alba del 17 ottobre è stata trovata la Mercedes in viale Bummacaro, il cui proprietario si è poi presentato presso gli uffici di polizia, mentre un secondo complice è stato preso a Monte Po. Il terzo, irrepersibile, è indagato ed ricercato, mentre i complici sono finiti in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento