rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca San Giovanni la Punta

Rapina in un negozio con arma puntata alla testa: i carabinieri arrestano 3 persone

La pistola, rivelatasi poi giocattolo, e i passaggi di un'auto già nota ai militari per "monitorare" l'esercizio commerciale hanno tradito i ladri: si tratta di un fratello e di una sorella e di un altro complice

Sono stati arrestati tre persone dai carabinieri della compagnia di Gravina: si tratterebbe degli autori di una rapina avvenuta a San Giovanni La Punta in un negozio di via Etna. I tre, due uomini di 39 e 56 anni e una donna di 52 (questi ultimi due fratello e sorella), sono originari di Aci Sant'Antonio e sono accusati di rapina a mano armata.

Le immagini della rapina

A tradirli la loto Punto bianca con la quale erano soliti compiere rapine ai danni di esercizi commerciali nell’hinterland pedemontano del capoluogo. L'ennesimo colpo lo hanno fatto a San Giovanni La Punta e i carabinieri sono riusciti a intercettare l'auto con i tre malviventi a bordo vicino al luogo della rapina, sbarrandole poi la strada in via Ficarazzi di Catania, nei pressi della piazza Santa Maria di Gesù.

I tre sono stati immediatamente bloccati ed avrebbero subito ammesso le loro responsabilità, quindi, sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di una pistola rivelatasi un’arma giocattolo, nonché della somma di 250 euro provento della rapina appena perpetrata a San Giovanni La Punta. Immediatamente sono stati acquisiti i filmati dell’impianto di videosorveglianza dell’esercizio commerciale rapinato, la cui disamina ha evidenziato come i tre avessero dapprima effettuato un sopralluogo e, poi, mentre fratello e sorella rimanevano in auto per non destare sospetto, come se si trattasse di una “normale” famiglia, il terzo aveva fatto il suo ingresso all’interno dell’esercizio commerciale, puntando l’arma verso l’impiegata e fuggendo dopo aver arraffato il denaro contenuto nella cassa.

L’autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto dei tre, disponendo altresì per la donna gli arresti domiciliari, nonché la permanenza presso il carcere di Enna per i suoi due complici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in un negozio con arma puntata alla testa: i carabinieri arrestano 3 persone

CataniaToday è in caricamento