Finto boss rapinava studenti fuorisede fingendo di appartenere ad una banda di criminali

Gli studenti fuorisede, dopo aver effettuato degli acquisti in un centro commerciale erano stati avvicinati da un uomo che, pur se apparentemente disarmato, era riuscito ad intimidirli dicendo di essere un boss malavitoso

Aveva messo a segno due rapine a studenti universitari fuori sede a Catania nel novembre 2014, fingendo di essere un boss della malavita con al seguito una banda di pericolosi criminali pronti ad intervenire. Mentre in realtà era solo un ladro a caccia di prede facilmente impressionabili, finito ora agli arresti dopo le indagini della polizia etnea, avviate dopo che tre giovani avevano denunciato di essere stati rapinati con questa insolita modalita'.

Gli studenti fuorisede, dopo aver effettuato degli acquisti in un centro commerciale erano stati avvicinati da un uomo che, pur se apparentemente disarmato, era riuscito ad intimidirli dicendo di essere un boss malavitoso e di avere al proprio seguito una banda di malviventi. Impauriti, hanno effettuato prelievi di denaro in banca, consegnando dai 180 ai 200 euro a testa. Il 6 maggio scorso un altro colpo ai danni di altrei tre sudenti universitari, cui è seguito l'arresto del rapinatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento