Rapinatore violento colpisce commessa con un pugno in testa al Centro Sicilia

Dopo avere sottratto 300 euro dalla cassa del negozio di "Bucalo", il criminale è passato all’azione violenta recandosi nella rivendita di abbigliamento “Fiorella Rubino” e colpendo alla testa con un pugno la commessa, ha arraffato altri 700 euro

I Carabinieri di Misterbianco hanno arrestato un catanese di 25 anni, per rapina e furto aggravato. Il fatto è avvenuto ieri sera all’interno dell’ipermercato “Centro Sicilia”. Dopo avere sottratto 300 euro dalla cassa del negozio di “Bucalo”, il criminale è passato all’azione violenta recandosi nella rivendita di abbigliamento “Fiorella Rubino” e colpendo alla testa con un pugno la commessa, ha arraffato altri 700 euro ed è fuggito via.

Immediata la chiamata al 112 da parte della vittima che ha descritto telefonicamente le fattezze del rapinatore rintracciato, inseguito e bloccato dalla pattuglia intervenuta ad un centinaio di metri dal centro commerciale, con addosso l’intera refurtiva. La donna, medicata dal medico del 118, è stata giudicata guaribile in 5 giorni per un lieve trauma cranico. Il maltolto è stato restituito ai rispettivi negozi mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è stato ristretto agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento