Rapinatori seriali arrestati dai carabinieri, prendevano di mira distributori di carburante

I Carabinieri della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato nei giorni scorsi, S.A. cl. 93, catanese del quartiere di Librino, ed un 21enne, di Misterbianco, autori di diverse rapine perpetrate in vari distributori di carburante ubicati tra Catania, Aci Castello e Misterbianco

I Carabinieri della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato nei giorni scorsi, S.A. cl. 93, catanese del quartiere di Librino, ed un 21enne, di Misterbianco, autori di diverse rapine perpetrate in vari distributori di carburante ubicati tra Catania, Aci Castello e Misterbianco. A conclusione di attività investigativa, scaturita a seguito delle rapine compiute negli ultimi due mesi ai danni di alcuni distributori di carburante, gli inquirenti sono riusciti a risalire ai due analizzando il medesimo modus operandi e l’utilizzo di alcune autovetture in particolare, una Lancia Y, una Ford Fusion e una Volkswagen Polo, tutte rubate nello scorso mese di luglio nella provincia.

Il momento chiave dell’indagine si è registrato quando i carabinieri, a Librino, dopo un breve inseguimento, hanno bloccato i malviventi a bordo di una Audi A4 rubata. In quel frangente i militari hanno rinvenuto le tre vetture utilizzate per le rapine, come documentato dall’analisi delle riprese registrate negli impianti di video sorveglianza installati nei distributori. All’interno delle vetture sono stati inoltre rinvenuti dei passamontagna e una pistola a salve priva di tappo rosso, utilizzati nel corso delle azioni criminali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono in corso ulteriori approfondimenti, coordinati dalla Procura di Catania diretta dal Procuratore Giovanni Salvi, volti a verificare la responsabilità dei due in merito ad altre rapine e  l’individuazione di altri componenti del gruppo criminale, formato da almeno 5/6 elementi, protagonista di vari fatti criminali nel recente periodo, tra i quali anche la nota “spaccata” avvenuta presso il centro commerciale Porte di Catania lo scorso 28 luglio, quando furono proprio utilizzate la Ford Fusion e la Volkswagen Polo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento