Rapinavano piccole attività commerciali, arrestata banda di pregiudicati

La banda è ritenuta responsabile di colpi commessi tra il primo agosto e il 16 settembre del 2011 ai danni di piccole-medie attività commerciali, come fast food, farmacie, parafarmacie, supermercati e distributori di carburante

Sono accusati di aver compiuto almeno 15 rapine i pregiudicati S.A.G., 23 anni, S.M.B., 30 anni, e S.A., 41 anni arrestati dai carabinieri di Misterbianco insieme a un incensurato di 37 anni.

Il Gip nell'ordinanza di custodia cautelare ha contestato anche il reato di associazione per delinquere. La banda è ritenuta responsabile di una serie di colpi commessi tra il primo agosto e il 16 settembre del 2011 ai danni di piccole-medie attività commerciali, come fast food, farmacie, parafarmacie, supermercati e distributori di carburante.

I rapinatori agivano a Misterbianco ma anche a Catania, Gravina di Catania, Aci Castello, Mascalucia e Acireale. A capo del gruppo, secondo i militari, c'era il 23enne, ha partecipato alla maggioranza degli assalti, con la complicità di volta in volta degli altri. S.A. avrebbe inoltre messo a disposizione il suo domicilio come base logistica. I due erano stati già arrestati il 23 settembre del 2011 subito dopo avr rapinato una farmacia di Catania e per quell'episodio sono stati condannati in primo grado a cinque anni di reclusione ciascuno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento