menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Bravi ragazzi" rapinavano supermercati all'insaputa dei genitori

IdentificatI tutti i componenti del gruppo criminale che ha messo a segno una serie di rapine in danno di supermercati di Paternò

La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Paternò, hanno identificato tutti i componenti del gruppo criminale che, nelle ultime settimane, ha messo a segno una serie di rapine in danno di supermercati del centro e della periferia di Paternò.

Il modus operandi era pressoché lo stesso: due di loro, travisati da passamontagna, facevano irruzione all’interno del supermercato con la pistola spianata - solitamente in orario di chiusura ed alla presenza dei clienti - e mentre uno dei due minacciava con la pistola puntata alla nuca i cassieri di turno inducendoli ad allontanarsi, l’altro si dirigeva verso i registratori di cassa arraffando tutto l’incasso della giornata. Il blitz durava una manciata di minuti, dopodiché i malviventi si davano alla fuga nelle stradine laterali dell’esercizio commerciale dove ad attenderli vi era un terzo complice a bordo di un’autovettura su cui venivano montate targhe contraffatte. Il bottino si aggirava ogni volta tra i 300 e i 1200 euro.

I supermercati colpiti dalla banda sono situati tutti a Paternò in via Sardegna, via della Fonte Maimonide e via Libertà, dove ieri sera, verso le ore 19, si è consumata l’ultima rapina.

E proprio quest’ultimo colpo è stato fatale al gruppo, poiché i militari dell’Arma hanno intercettato l’auto utilizzata per il colpo a bordo della quale sono stati trovati  i passamontagna e la pistola utilizzati poco prima dai rapinatori, nonché una targa tedesca appositamente installata sul mezzo durante le azioni delittuose. L’arma, risultata essere a salve, è una fedele riproduzione di una semi automatica cal. 9. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato e sono stati recuperati, altresì, 250 euro in contanti, costituenti parte del bottino.

I tre arrestati di ieri sera sono G.P., 22 anni, C.B.S., 17 anni e A.A.D., 16 anni. I primi immediati riscontri sulle frequentazioni dei tre e sui fotogrammi registrati durante le incursioni hanno permesso di identificare anche i complici in L.R., 26 anni, C.G.P., 18 anni e V.S., 17 anni, che non erano presenti all’ultima rapina ma che hanno preso parte, a rotazione, ad alcune di quelle precedenti. Tutti e sei i componenti della banda sono residenti a Paternò ed incensurati. Dai primi accertamenti il G.P. arrestato avrebbe partecipato a tutte le incursioni con un ruolo di primo piano coinvolgendo, a rotazione, i vari componenti della banda i quali, a fronte della forte determinazione mostrata durante i delitti, sono risultati invece i classici “bravi ragazzi” davanti allo sgomento dei genitori increduli.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento