Rapine in villa, si cerca una banda di cinque catanesi

Cresce il numero di rapine in villa ed è stata istituita una task force in seno al Comando provinciale dei carabinieri: cento militari impegnati

rapine villa

Cresce il numero di rapine in villa ed è stata istituita una task force in seno al Comando provinciale dei Carabinieri: cento militari impegnati in posti di blocco, controlli dall'elicottero e perquisizioni domiciliari a carico di persone sospette. Le zone più a rischio: Acireale, Giarre, Misterbianco, Scordia e Vizzini.

In base alle indagini condotte, la banda dovrebbe essere composta da 4 o al massimo 5 elementi, tutti catanesi: entrano nelle case di notte, svegliano le famiglie e le costringono, sotto minaccia di armi, a consegnare soldi e gioielli. Prima di fuggire, chiudono le vittime a chiave dentro una stanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultima rapina è avvenuta ad Acicatena: il fratello e la madre del viceministro al Commercio estero Adolfo Urso, sono stati sequestrati a scopo di rapina nella loro villa. Quattro le persone che si sono introdotte in casa e dopo aver spintonato e preso a schiaffi Giuseppe Urso lo hanno chiuso, assieme alla madre e ad altri tre amici, dentro un bagno. I quattro hanno invano cercato una cassaforte e poi sono fuggiti portando via denaro in contanti e oggetti di valore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento