Rapine in villa a Pedara: banda forse incastrata dalle impronte

A seguito di controlli messi in atto dalle forze dell'ordine, sono stati intercettati i componenti della banda. I rapinatori in fuga, costretti ad abbandonare auto e fucile a canne mozze, hanno rubato un furgone

Continuano gli assalti alle ville. Già nel mese di luglio erano stati intensificati i controlli, ora la banda dovrebbe essere nel mirino dei Carabinieri. L'ultimo episodio risale all'alba di ieri. A seguito di controlli messi in atto dalle forze dell'ordine, sono stati intercettati i componenti della banda, reduci da due raid.

In particolare, sono state rapinate due ville, in via Tarderia, a Pedara: in quattro, armati, si sono presentati come poliziotti, facendosi così aprire la porta d'ingresso. Nessuna violenza è stata compiuta dai malviventi che, in poco tempo, sono riusciti a portare via dalle abitazioni, contanti, gioielli, orologi di marca.

I proprietari delle ville sono stati rinchiusi negli sgabuzzini, mentre i malfattori - con il volto coperto- si allontanavano. Quando hanno lasciato la sede dell'ultimo assalto sono stati intercettati da una pattuglia di carabinieri che li ha inseguiti.

I malviventi sono fuggiti prima a piedi, abbandonando un fucile con le canne mozzate e l'auto con la quale erano giunti sul luogo delle rapine, e poi hanno rubato un furgoncino, ritrovato poco dopo da militari dell'Arma a Trecastagni.

Nei paesi dell'Etna è in corso una vasta battuta dei carabinieri di Catania, anche con l'ausilio di un elicottero, alla ricerca dei quattro banditi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento