rotate-mobile
Cronaca

Giovanni Salvi: "Il recupero dei migranti morti compete alla presidenza del Consiglio"

Lo ha affermato il procuratore della Repubblica di Catania Giovanni Salvi, ribadendo il fatto che la ricerca delle persone scomparse è di competenza della presidenza del Consiglio, che si sta attivando per un eventuale recupero del peschereccio 'King jacob'

"Ritengo che non sia possibile disporre il recupero delle vittime nell'ambito del procedimento perchè le nostre sono scelte strettamente procedimentali (VIDEO). Confido che questo avverra' sulla base delle disponibilita' che sono state dimostrate e noi siamo pronti a collaborare con tutti i i mezzi a nostra disposizione'". Lo ha affermato il procuratore della Repubblica di Catania Giovanni Salvi, ribadendo il fatto che la ricerca delle persone scomparse è di competenza della presidenza del Consiglio, che si sta attivando per un eventuale recupero del peschereccio 'King jacob', adagiato dal 18 aprile scorso a 375 metri di profondità al largo delle coste libiche. "In ogni caso- ha precisato Salvi- la possibilita' di recupero e' solo di una percentuale modesta del numero di persone che noi riteniamo fossero a bordo. Già durante la fase di affondamento molti corpi sono stati portati via dalla corrente" (VIDEO).

Sono state identificate finora solamente due delle 24 vittime del naufragio del peschereccio avvenuto il 18 aprile scorso al largo della Libia nel quale sarebbero morti circa 800 migranti. A riconoscere le salme, che erano state sbarcate a Malta, sono stati rispettivamente un fratello ed un amico. "Le vittime provengono per la maggior parte da zone di guerra - ha commentato il Procuratore - e benchè sia stata attivata una casella di posta elettronica per i familiari, le richieste a noi pervenute sono esigue".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Salvi: "Il recupero dei migranti morti compete alla presidenza del Consiglio"

CataniaToday è in caricamento