Regione, 2 milioni per i comuni "Bandiera blu", "Bandiera verde" e "Borgo dei borghi"

A prevederlo è un decreto firmato dall'assessore alle Autonomie locali Bernadette Grasso e dal vicepresidente della Regione e assessore all'Economia Gaetano Armao

Nella foto Castiglione di Sicilia

In arrivo dalla Regione Sicilia 2 milioni di euro per i Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento di Bandiera blu, Bandiera verde, Borgo dei borghi e Borgo più bello d'Italia. A prevederlo è un decreto firmato dall'assessore alle Autonomie locali Bernadette Grasso e dal vicepresidente della Regione e assessore all'Economia Gaetano Armao. Ai comuni che hanno conseguito nel 2018 il riconoscimento internazionale Bandiera blu (Menfi, Lipari, Santa Teresa di Riva, Tusa, Ispica e Ragusa) e Bandiera verde (Catania, Giardini Naxos, Balestrate, Cefalu', Palermo, Pozzallo, Santa Croce Camerina, Vittoria, Noto, Campobello di Mazara, Marsala e San Vito Lo Capo) è stato assegnato 1 milione di euro. Ai comuni che hanno ottenuto il riconoscimento di Borgo più bello d'Italia (Sambuca di Sicilia, Sutera, Castiglione di Sicilia, Sperlinga, Castelmola, Castroreale, Montalbano Elicona, Novara di Sicilia, San Marco d'Alunzio, Savoca, Cefalu', Gangi, Geraci Siculo, Petralia Soprana, Monterosso Almo, Ferla, Palazzolo Acreide, Erice e Salemi) sono destinati 700 mila euro per l'attivazione, il potenziamento di interventi e servizi di accoglienza e la promozione territoriale e turistica. Infine, i comuni che si sono aggiudicati nel quinquennio 2014-2018 il titolo di Borgo dei borghi (Gangi, Montalbano Elicona, Sambuca di Sicilia e Petralia Soprana) avranno 75 mila euro ciascuno, per un totale di 300 mila euro. Inoltre, la Regione ha stanziato un milione di euro, a valere sulle Riserve sul Fondo delle autonomie locali, in favore di sette Comuni commissariati per fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso. Come previsto dalla legge di stabilità regionale, l'importo complessivo viene ripartito fra i Comuni che risultano commissariati alla data di entrata in vigore della legge, in base alla popolazione residente. "Un sostegno economico nei confronti dei Comuni sciolti per mafia: un atto di responsabilita' nei confronti dei tanti cittadini onesti che in quei Comuni vivono e lavorano, un'occasione per stimolare i territori al ripristino delle condizioni di piena legalita', ad un profondo risanamento e rinnovamento", spiega l'assessore Grasso. Ne deriva che il Comune di Vittoria sara' quello a ricevere la somma maggiore, oltre 595 mila euro; seguono Pachino (poco piu' di 204 mila euro) e Trecastagni con poco piu' di 102 mila euro; Mistretta con circa 43 mila euro; San Biagio Platani poco meno di 30 mila euro; Camastra quasi 19 mila euro e, infine, il Comune di Bompensiere che ricevera' poco piu' di 5mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento