rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Regione, 300 mila euro per i servizi ai disabili delle scuole etnee

Dai primi due milioni di euro, 300 mila andranno a Catania. L'assessore Ippolito assicura: "Nessuna interruzione fino alla fine dell'anno"

Due milioni alle ex province per garantire i servizi scolasti per i disabili siciliani. Le somme, in attesa dell'approvazione del bilancio, sono state impegnate ieri mattina dall'assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche sociali. "Si tratta delle somme per le attività scolastiche relative agli alunni con disabilità che comprendono i servizi di trasporto, igienico-personale e di assistenza alla comunicazione" spiega l'assessore Mariella Ippolito sottolineando che queste attività "non possono e anzi non devono essere interrotte trattandosi di servizio pubblico essenziale".

"Ancora una volta - aggiunge - posso rassicurare le famiglie che il servizio sarà mantenuto fino alla fine dell'anno scolastico senza alcuna interruzione". Insieme al decreto di ripartizione delle somme dall'assessorato è così partita anche una nota rivolta alle aree metropolitane di Catania, Messina e Palermo e ai liberi consorzi di Caltanissetta, Enna, Ragusa, Siracusa, Trapani ed Agrigento con la quale, aggiunge Ippolito, "precisiamo che non sussistono motivi di interruzione dei servizi".

I primi due milioni di euro saranno ripartiti in 300 mila per Catania, 440 a Messina, 390 a Palermo, 140 ad Agrigento, 86 a Caltanissetta, 51 ad Enna, 158 a Ragusa, 97 a Siracusa e 240 a Trapani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, 300 mila euro per i servizi ai disabili delle scuole etnee

CataniaToday è in caricamento