menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione e Comune, sempre più uniti: ecco come rinascerà Catania

"Quello di oggi è un metodo diverso di lavoro- ha detto il Presidente Crocetta- Sentire le città è indispensabile per un raccordo fattivo ed indispensabile per una corretta programmazione europea. Per questo staremo vicini al sindaco Bianco e a Catania"

Una lunga ed intensa giornata di lavoro per il governo della Regione e quello del Comune per tracciare insieme un progetto di rinascita di Catania e di tutto il distretto del sud est. Si è svolta ieri la seduta congiunta delle Giunta regionale e di quella comunale alla quale, insieme al Presidente della  Regione Siciliana Rosario Crocetta e al sindaco di Catania Enzo Bianco, hanno partecipato tutti i nove assessori comunali e gli assessori regionali all’ Energia Nicolò Marino, all’Economia Luca Bianchi, alla Famiglia e Politiche Sociali Esterina Bonafede, alle Autonomie Locali Patrizia Valenti, alle Infrastrutture Nino Bartolotta, al Territorio e Ambiente Mariella Lo Bello,  alla Formazione Nelli Scilabra e alla Salute Rita Borsellino.

“Quello di oggi è un metodo diverso di lavoro- ha detto il Presidente Crocetta- Sentire le città è indispensabile per un raccordo fattivo ed indispensabile per una corretta programmazione europea. Per questo staremo vicini al sindaco Bianco e a Catania per riuscire a lavorare, produrre e ritornare a sognare”.

“ Ringrazio pubblicamente il presidente Crocetta e gli assessori presenti- ha affermato dal canto suo Enzo Bianco- non solo per la riunione congiunta, segno di grande attenzione per Catania ma anche per le modalità operative adottate, e la grande concretezza del metodo,  che hanno permesso di affrontare i tanti temi sul tappeto. Sono state valutate e incardinate tutte le questioni che saranno affrontate nelle prossime settimane.

Ecco le decisioni settore per settore.

AGRICOLTURA
Una convenzione tra comune di Catania e il  Corpo Forestale sarà messa in cantiere per utilizzare alcune decine di forestali nella manutenzione ordinaria e straordinaria dei grandi parchi catanesi di Villa  Bellini, parco Gioeni e Boschetto della Plaja.

ENERGIA
L’appuntamento è per il 12 di luglio con una riunione che riguarda il completamento dellla rete fognaria collegata al depuratore consortile di Catania, un investimento di 250 milioni di euro (a fronte di uno stanziamento di 500 milioni per tutta la provincia) che rischia di andare perso se non si accelera su alcuni nodi come l’eventuale collegamento con Acireale e quello certo con Acicastello.

ENERGIE ALTERNATIVE

C’è grande attenzione sull’argomento per gli stanziamenti comunitari disponibili. Inoltre il Comune di Catania aderirà al Patto dei sindaci in materia di impianti fotovoltaici per le scuole. Un progetto, già avviato in altre realtà, che insieme a rilevanti risorse porterà occupazione con progetti, fortemente innovativi,  nell’ambito delle energie alternative.  

PROTEZIONE CIVILE E RISCHIO SISMICO
Usufruendo degli incentivi disponibili saranno messi in sicurezza scuole e edifici pubblici. Una grande opportunità per la città. Proprio per questo il sindaco Bianco ha assegnato una delega specifica all’ Assessore  Bosco, esperto di questi temi, che lavorerà di concerto con la Regione anche per reperire ulteriori finanziamenti in questo campo.   

BENI CULTURALI
Il  sindaco Bianco ha affrontato con il presidente Crocetta la grave situazione della Biblioteca Ursino Recupero. Due le occasioni sul tappeto. La prima riguarda la possibilità che l’assessore ai Beni Culturali della regione consenta con una convenzione che i dipendenti delle  Sovrintendenze siano destinati alla Biblioteca. La seconda riguarda borse di studio, in convenzione con l’Università, per attività di supporto da parte degli studenti. Con fondi comunitari sarà poi possibile avviare la catalogazione delle opere. Inoltre saranno effettuati con  fondi della presidenza interventi limitati ed urgenti per la messa in sicurezza e per le emergenze che si sono presentate come quella dell’invasione dei tarli. Nei prossimi giorni è previsto un incontro con la direttrice della Biblioteca, Rita Carbonaro che aveva lanciato l’allarme abbandono.  

TEATRO MASSIMO BELLINI
Per una prescrizione dei Vigili del Fuoco e per motivi di sicurezza il teatro rischia di non riaprire se non vengono effettuate opere di messa in sicurezza antincendio.  I lavori comportano una spesa di 1 milione e 200 mila euro circa. La Regione potrebbe finanziarne una  parte, circa 400 mila euro, che permetterà al Teatro di essere pienamente sicuro.

ATTIVITA' PRODUTTIVE
Zona Franca Urbana a Librino: piena disponibilità ad aprire uno sportello a Librino con dipendenti e  esperti della Regione e dipendenti comunali, per realizzare un concreto lavoro di informazione sul territorio.  Per ciò che riguarda la Zona industriale di Catania è stata messa in agenda una riunione tra l’ assessore Vancheri, Confindustria e Comune sui temi della sicurezza e dell’ agibilità delle strutture. Si è parlato anche di valorizzazione del commercio esistente, Crocetta ha detto che nessuna nuova licenza per ipermercati sarà rilasciata, per agevolare la ripresa del commercio. L’assessore Vancheri ha già pronto il Testo Unico per il commercio per poter rilanciare anche il commercio di qualità con la creazione dei centri commerciali naturali.

TRASPORTI
Interporto:disponibilità del Governatore ad incontrare l’Amministrazione comunale e i nuovi vertici dell’interporto perché si continui a dare massima attenzione alla Città. Notizia positiva per il collegamento ferroviario veloce Catania Palermo. Accantonato il vecchio progetto che prevedeva lo sventramento della parte storica della città vicina al Castello Ursino. L’assessore Bartolotta ha confermato che nei prossimi giorni si incontreranno a Catania RFI, Regione e Comune per valutare i due progetti alternativi: quello stilato dall’Università che punta all’interramento, sotto la lava, all’altezza del porto, oppure quello che prevede il periplo all’interno della città. Per l’Amministrazione comunale la scelta migliore è quella dell’interramento che se attuato andrà a legarsi, nel centro della città, con il trasporto su metro.
Azienda Metropolitana Trasporti: sarà valutata con attenzione la vicenda dei rimborsi per kilometro anche se esistono delle discordanze nei conti, ma non sono previsti ulteriori tagli nell’anno in corso.

MANIFATTURA TABACCHI
Due progetti in campo. Il primo prevede che, usufrendo di stanziamenti comunitari, diventi sede di istituzioni secondarie come l’Accademia di Belle Arti o il liceo musicale attualmente entrambi  senza sede; il secondo prevede che diventi sede museale. Su queste ipotesi la discussione è aperta.

PROTEZIONE AMBIENTALE
Per evitare il rischio idrogeologico legato anche al rischio sismico, è stato concordato l’accesso a fondi comunitari che serviranno al completamento della rete del canale di gronda con gli allacciamenti ai comuni vicini. Particolare attenzione e interventi con fondi comunitari anche per i canali vicini al villaggio Santa Maria Goretti e alla zona di Pantano d’Arci onde evitare gli allagamenti che spesso si sono verificati.

FULVIO FRISONE
Sono stati ripristinati i fondi per l’assistenza allo scienziato disabile Fulvio Frisone riportandoli  all’importo di 160 mila originari.    

SCUOLA A LIBRINO
Un liceo polivalente sorgerà a Librino per promuovere nel sito una dimensione culturale di maggiore spessore.
Cantieri di Servizio
In fase di avvio in tutta la Sicilia i cantieri di servizio. Si tratta di impieghi di tre mesi, una misura di emergenza  per aiutare disoccupati nei quartieri della città con alto indice di disagio sociale come Monte Po, Trappeto, San Giovanni Galermo e Librino.

SITUAZIONE FINANZIARIA DEL COMUNE

Con l’assessore Bianchi è stata affrontata la situazione economica del Comune, il sindaco ha comunicato l’intenzione di chiedere una Due Diligence per una esatta valutazione della situazione alla Ragioneria Generale dello Stato  accompagnata anche da un esame della Regione Siciliana per poi decidere gli ulteriori passaggi per evitare l’eventuale default. Sussistendo le condizioni del risanamento potranno essere apportate alcune modifiche e già nei prossimi giorni i rappresentanti dell’Ifel ( istituto finanziario enti Locali Anci) saranno a Catania, mentre un ulteriore incontro vi sarà con la Ragioneria dello Stato e con il Ministero dell’Interno per guardare i dati economici. Esiste un fondo regionale di 5 milioni di euro che potrebbe essere usato per progetti mirati.
Si è parlato anche di Etna con un progetto di valorizzazione del Parco  e di sistema aeroportuale indispensabile per il definitivo rilancio della zona dichiarata Patrimonio Mondiale dall’Unesco.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo: come eliminarlo

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento