Renzi a Catania per esordio di Italia Viva, investitura per Luca Sammartino

L'ex premier lancia la sfida per le prossime regionali e pensa di avere i numeri per poter esprimere un candidato alla presidenza che potrebbe essere proprio il "golden boy" delle preferenze

L'esordio di Italia Viva in Sicilia ha fatto segnare il tutto esaurito alle Ciminiere di Catania. L'ex premier Matteo Renzi si presenta con tutto il suo stato maggiore: dal ministro Teresa Bellanova a Ettore Rosato passando per Davide Faraone, Valeria Sudano e Nicola D'Agostino.

Ma a giocare il ruolo di colonnello è Luca Sammartino, il deputato Ars infatti è stato l'artefice del successo della convention. Dopo gli interventi di rito, con Sammartino che mette in agenda l'esodo di tanti giovani siciliani fuori dalla Regione, arriva Renzi sul palco e le prime bordate sono tutte per il governo regionale: “Musumeci deve sbloccare i 6 miliardi di euro che il mio governo ha messo con i Patti territoriali, fondi che sono fermi e devono essere spesi, forse era meglio darne di meno ma riuscire a sbloccarne di più. Abbiamo messo i soldi anche per le fognature e il dissesto idrogeologio. La Sicilia è già bellissima, ma deve vincere i suoi blocchi. Sbloccare i cantieri serve a creare il lavoro di cittadinanza, non il reddito di cittadinanza”.

L'ex premier lancia la sfida per le prossime regionali e pensa di avere i numeri per poter esprimere un candidato alla presidenza. I passaggi sull'elettorato di riferimento vanno sicuramente alla ricerca del centro destra moderato che potrebbe passare da Forza Italia proprio a Italia Viva. Il “nemico” da battere resta Salvini che per Renzi è “l'estremista per definizione”. L'appello agli elettori azzurri avviene proprio mentre, sempre ai piedi dell'Etna si sta tenendo il meeting Etna19, dove il coordinatore provinciale del partito di Berlusconi, Marco Falcone, ha escluso categoricamente un avvicinamento a Italia Viva di Renzi giudicando l'ipotesi come "una follia". 

Sul tavolo dell'elettorato moderato però a fare da mazziere potrebbe essere ancora una volta il mondo dell'autonomismo targato Raffaele Lombardo che, secondo alcune indiscrezioni, sta già cercando punti di contatto con la base siciliana di Italia Viva. Su queste premesse prende consistenza dunque un ruolo di rilievo per il "golden boy" delle preferenze Luca Sammartino quale probabile candidato alla presidenza della Regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento