"Revenge porn", pubblica foto intime della ex su un sito di incontri: indagato

Grazie alle norme sul 'revenge porn' previste dal Codice rosso che punisce chi pubblica foto o video sessualmente esplicite senza il consenso delle persone interessate, il 31enne potrebbe rischiare una condanna da uno e sei anni di reclusione

Su disposizione della Procura Distrettuale di Catania, la polizia ha eseguito una perquisizione domiciliare nei confronti di un uomo di anni 31 indagato per diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite. In particolare, una ragazza ventenne di Catania aveva denunciato alla polizia postale che su un sito di incontri per adulti erano state pubblicate alcune immagini che la ritraevano in atteggiamenti intimi.

La polizia, dopo avere chiesto ed ottenuto la rimozione delle foto, è riuscita ad individuare il soggetto che le aveva pubblicate, identificato in un uomo, residente a Catania, con cui la donna aveva in passato intrattenuto una relazione sentimentale.

Il pubblico ministero ha immediatamente disposto una perquisizione domiciliare ed informatica nei riguardi dell’indagato, che ha dato esito positivo poiché in una cartella nascosta memorizzata sullo smartphone dell’uomo sono state rinvenute le immagini della donna. 

La vicenda in questione è una delle prime in cui viene contestato il nuovo reato derivante dal cosiddetto “revenge porn”, disciplinato dall’articolo 612 ter del codice penale che punisce chiunque diffonda, ceda o invii immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone interessate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento