Cronaca

Al Cannizzaro i bambini potranno fare terapia anche in piscina

Gli istruttori consentiranno a molti bambini con disabilità di tutta la Sicilia orientale di potere accedere all'idroterapia

Si amplia la gamma di attività svolte nella piscina dell’Unità Spinale dell’ospedale Cannizzaro di Catania. L’azienda ha infatti sottoscritto una convenzione con l’Associazione Italiana Idroterapisti ed Educatori Neonatali, che, al di fuori dell’orario dedicato alla terapia dei pazienti, utilizzerà gli spazi acqua e i servizi annessi per attività di riabilitazione e di ricerca.

I professionisti provvisti di brevetti con certificazione di qualità e di copertura assicurativa, consentiranno così a molti bambini con disabilità di tutta la Sicilia orientale di potere accedere all'idroterapia, forma terapeutica che sfrutta l’ambiente particolarmente favorevole dell’acqua per il recupero neuromotorio.

"Al mattino – spiega la dott.ssa Maria Pia Onesta, direttore dell'Usu – le nostre attività riabilitative in acqua trattano le disabilità conseguenti a patologie neuromotorie dell’adulto e dell’età infantile e adolescenziale. Ora, grazie a questa convenzione, sarà possibile svolgere nel pomeriggio attività terapeutica riabilitativa che sarà rivolta principalmente ai bambini affetti da SMA, atrofia muscolare spinale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Cannizzaro i bambini potranno fare terapia anche in piscina

CataniaToday è in caricamento